18 - Sandrina Sanna: sul Surrazionale

Sandrina Sanna: sul Surrazionale

Sandrina Sanna: tu però dell’esistenzialismo surrazionale ne hai scritto ampiamente?
Paolo Navale risponde: ...no so, solo poche note (segrete), che tu, e pochi altri, han letto. Vivere la propria interiorità senza che questa sia inquinata dai media né fagocitata da nessuna brama è il solo imperativo... condiviso da anni da tutti i “seguaci” del Surrazionale. Per i Codici del Sale ho sempre preso appunti ma è come prendere appunti sul mistero o sulla imperscrutabilità della vita; meglio che rimanga il mistero piuttosto che gli appunti, meglio vivere che perdere tempo a definire la vita, con la propria misteriosofia.  Il concetto in questione non lo si può nemmeno scrivere. Condiviso storicamente con il gruppo di Balls Ponds Road di Londra e poi metà anni ottanta alla ribalta a Berlino. Il mio surrazionalismo è evolutivo ed è sempre stato indipendente dal conio iperrazionalista di Bachelard filosofo da cui con molto riguardo e rispetto mi dissocio del tutto. Bachelard era un umanista concettuale (un razionalista) ma dell'ottocento, vogliamo creare un movimento che si rifà a prerogative ottocentesche senza nessun'apporto contemporaneo? Salvo è ovvio tributargli ampissimi meriti che vanno molto al di là del temine stesso, rispetto a tutto il lavoro fatto da Bachelard il termine in questione è una mera inezia. Per me, a mia conoscenza, da un certo momento in poi, Bachelard è il padre, (deus ex machina), delle avanguardie concettuali ed oggi addirittura il guardiano di un’arte dell’intelletto ma razionale... e tutto ciò, (pur anche ricoprendo cariche pubbliche di prestigio), Bachelard lo è e lo è stato, merito suo, quasi in incognito: un po’ come Hiram Abiff lo fu per ben altro. La sua è una influenza orale.

Paolo Navale© Colloquio con Sandrina Sanna Galleria Chironi 88 Nuoro 1998


Share:Ask!Del.icio.us!Digg!Facebook!Live!

© I diritti di autore su testi e immagini e/o sull'altro materiale pubblicato sono di esclusiva proprietà di Paolo Navale.
Ne è vietata la riproduzione, anche parziale, con qualsiasi mezzo senza preventiva autorizzazione scritta.
Le citazioni parziali sono consentite per cronaca, recensione o per pubblicazioni scientifiche,
purché accompagnate dal nome dell'autore e dall'indicazione della fonte. 
E' vietata la riproduzione al fine di trarne profitto.
88x31


Data pubblicazione 13/09/2011
Paolo Navale - (Concettualismo surrazionale) - Official site - Sito ufficiale

Share:Ask!Del.icio.us!Digg!Facebook!Live!