14 - Noelle Houston: il Surrazionale come pratica di redenzione

Noelle Houston: il Surrazionale come pratica di redenzione.

Noelle Houston: la storia siamo noi. Il Surrazionale come pratica di redenzione?

Risponde paolo Navale: ...fu Leonardo che in germe iniziò il concettuale parlando per primo di arte che trascende il verismo. Un'arte mentale; non significa della mente dell'osservatore ma propria della mente che sta dappertutto; l'anima mundi altra accezione di surrazionale. Dunque; al di sopra sì. Sur... ma ancora, domanda: al di sopra di cosa? Non finiremo mai di porre in termini diversi questa stessa domanda. Al di sopra della materia? Oppure del materialismo storico? Si dice, ormai da più parti, che ogni concetto può negare se stesso solo promulgando il proprio ismo. Il trascendentalismo, (inizio dell'ottocento), così come pure l'immanentismo sono correnti già esistite e forse non solo per caso sono ciò che il surrazionalismo sarebbe stato ma che per fortuna sua, (e per fortuna di quei mediocri che il termine hanno a loro modo usurpato a Londra come a Parigi o Berlino), non è davvero mai stato: un movimento. Questo non solo per volontà ultima dello stesso Bachelard. Qualsiasi persona appena un po' intelligente saprà che l'essenza di questo termine sta proprio nel suo essere concetto indefinibile che attraversa la storia senza mai manifestarsi e che richiama a se l'intangibile come immanenza, condizionando così molto sottilmente il corso degli eventi e ciò che gli eventi fanno di non- (di non grossolano). Ma torniamo a Bachelard accortissimo; pensateci bene voi che vi lasciate emotivamente affascinare da questo suo termine che con immediatezza rimanda alla sola domanda dicevo possibile; che cosa trascende e di quale immanenza esso, il surrazionale è espressione? L'intangibile è di fatto il reale, (noi vediamo solo uno spettro molto limitato della realtà ), supera i nostri labili sensi e si pone così al di sopra di tutte le categorie dell'intelletto ma così come rimarca la scienza contemporanea: le categorie dell'intelletto (vedi i miei appunti per Intervista col Vuoto ), sono tutte pertinenti al secondo principio della termodinamica così come lo è per esempio la vista o il nostro senso dello spazio. Poiché a pari merito con l'io, la ragione è in Occidente cosa suprema, credete forse che le categorie dell'intelletto siano mai state superate e se si, (a parte l'arte che è categoria a se), da che cosa queste categorie sarebbero mai state superate? Lo ripeto, il rimando è certamente alle filosofie orientali e non più alle filosofie occidentali ormai vetuste, nostalgiche e desuete. La somma di quanto sopra sta a significare la fine del classicismo, la fine della geometria Euclidea e della applicazione di questa alla realtà, la fine del computo binario e, con la fine di tutto questo, attraverso l'affermazione del trascendentale Kantiano, il superamento, supra, sovra, oltre, sur... delle categorie aristoteliche. Superamento di cui il surrazionale è strumento e promulgatore. Il surrazionale è la scienza dell'intangibile; e, rappresenta, già in atto, la fine della scienza classica, dunque del pensiero tardivo (il pensiero retrogrado è un pensiero ritardato), e solo per citare un esempio l'inapplicabilità della matematica al reale o meglio allo stesso zero, esemplificazione del valore surrazionale.

Conversazioni sul Buddismo: gruppo di Islington. Paolo Navale©. Londra. 1986.

 

 

 

Paolo Navale: sul Surrazionale:

 

 ...fate i gatti non i topi! Pardon: fate i gatti non i cani. Siate indipendenti gli uni dagli altri  o voi... seguaci del Gautama(!): se incontrate un siffatto libro sulla vostra strada prendetelo pure a calci in culo…

Paolo Navale.©


Share:Ask!Del.icio.us!Digg!Facebook!Live!

© I diritti di autore su testi e immagini e/o sull'altro materiale pubblicato sono di esclusiva proprietà di Paolo Navale.
Ne è vietata la riproduzione, anche parziale, con qualsiasi mezzo senza preventiva autorizzazione scritta.
Le citazioni parziali sono consentite per cronaca, recensione o per pubblicazioni scientifiche,
purché accompagnate dal nome dell'autore e dall'indicazione della fonte. 
E' vietata la riproduzione al fine di trarne profitto.
88x31


Data pubblicazione 13/09/2011
Paolo Navale - (Concettualismo surrazionale) - Official site - Sito ufficiale

Share:Ask!Del.icio.us!Digg!Facebook!Live!